Se usi Websurf24, accetti il modo in cui impieghiamo i cookies per migliorare la tua esperienza.

Nuoto 2.0

Scritto da Gianluca Celentano on . Postato in Sport & Fitness

Tutti gli accessori hi-tech più cool e trendy per chi ama gli sport acquatici!

 

Nuoto 2.0Passate le feste natalizie, è giunto il momento di una “remise en forme”, per smaltire i chili di troppo, “effetto collaterale” degli appuntamenti conviviali con amici e parenti.

Nulla di meglio che un po' di nuoto, sport completo (interessa praticamente tutte le principali aree muscolari), privo del rischio traumi (molto importante per chi è negli “anta” e per chi svolge un lavoro autonomo) e praticabile al chiuso (quindi anche in inverno).

Il nuoto può essere esercitato da soli (seguendo il proprio schema di allenamento) o in gruppo (realizzando delle mini-competizioni o degli allenamenti collettivi).

Chi dice che il nuoto sia monotono e ripetitivo, forse non lo ha mai praticato o non lo ha fatto nel modo giusto.

A questo proposito rammento una ex-istruttrice FIN, Zaira, capace di rendere davvero varie le sedute di allenamento, tanto da sorprendere ogni volta.

Ai classici esercizi con tavoletta per braccia e gambe, alternava nuotate da effettuare completamente vestiti in tuta (per stimolare la resistenza allo sforzo procurato dal peso dei capi bagnati), fino a far nuotare a dorso, tenendo un bicchiere di plastica ricolmo d'acqua in equilibrio sulla fronte.

Senza arrivare a tanto, è comunque possibile rendere varie e piacevoli le sessioni di allenamento, complici anche i tanti aiuti hi-tech disponibili, che consentono di migliorare la propria esperienza trasformando l'attività sportiva in quella di un nuoto 2.0!

Il primo accessorio di cui voglio parlarvi è stato promosso da un'autentica esperta in materia, la campionessa di nuoto FedericaPellegrini. Si tratta di Nilox SwimSonic, un mini lettore mp3 impermeabile (disponibile in varie colorazioni) per ascoltare in vasca la colonna sonora preferita, magari donando maggior vigore e ritmo alle bracciate.

Ovviamente non si tratta degli unici prodotti nel loro genere, tra le scelte alternative ricordiamo l'Acquabeat di Speedo, l'IPX7 e il Sony Walkman serie W (vedi foto).

Gli auricolari di questo tipo di lettori, sono appositamente studiati perché la frizione con l'acqua non ne alteri i suoni riprodotti, mantenendo intatta tutta la loro fedeltà musicale.

Lettore mp3 impermeabile Walman Waterproof

Lettore Mp3 impermeabile Walkman Waterproof

 

In alternativa ai lettori Mp3 subacquei, potrete portare il vostro amatissimo smartphone in vasca con voi, a patto di chiuderlo per benino nella speciale custodia stagna Amphibix Fit Waterproof Armband, da fissare al braccio. In questo caso, naturalmente, anche le cuffie devono essere impermeabili.

Ma ovviamente, poiché di nuoto si parla, non possiamo trascurare la rilevanza dei tessuti tecnici impiegati da certi costumi, capaci di agevolare lo scivolamento in acqua, riducendone l'attrito, un po' come accade per la pelle di squalo.

La loro efficiacia è stata validamente dimostrata dal successo della Speedo, resa famosa dai successi ottenuti nel 2008 dagli atleti equipaggiati con i suoi capi alle Olimpiadi di Pechino (il 94% degli ori fu vinto da chi indossava il costume Speedo LZR Racer, realizzando 23 dei nuovi 25 record del mondo).

Questa linea di costumi, che nel frattempo si è ulteriormente evoluta (il nuovo nome è Speedo LZR Racer Elite Suite), dispone di un design messo a punto anche grazie a test di verifica, effettuati nella galleria del vento della NASA, per raggiungere un migliore assetto idrodinamico.

Speedo LZR Racer

Speedo LZR Racer (clicca sull'immagine per ingrandirla)

 

Ma adesso gli scienziati della Harvard University stanno ulteriormente migliorando l'effetto “pelle di squalo”, imitando artificialmente i dentelli dermici della sua pelle, che consentono a questo pesce di aumentare del 6,6% la propria velocità. Il risultato è stato ottenuto stampando direttamente in 3D il tessuto.

I materiali da loro realizzati non sono ancora commercializzati, ma c'è curiosità di poterli vedere al più presto alla prova dei fatti.

Se poi siete tra quelli che provano fastidio per gli schizzi procurati dalle bracciate dello stile libero, Arena freestyle breather kit fa al caso vostro. Si tratta di un accessorio con delle lamelle appositamente disegnate per ovviare l'antipatico inconveniente, che può rivelarsi utile specialmente per chi non ha ancora raggiunto un elevato livello di acquaticità.

Freestyle breather kit   Freestyle breather kit                     Freestyle breather kit dettaglio

Freestyle breather kit (clicca sulle immagine per ingrandirle)

 

Oltre a farci sentire più “cool”, i gadget tecnologici si rivelano veramente utili, quando non indispensabili, per tenere sotto controllo le proprie prestazioni e misurare i progressi negli allenamenti.

In questo senso esistono diverse soluzioni, partiamo da quella degli sport-watch, già osservati in altri ambiti sportivi, come il running.

Garmin SwimIl primo prodotto che evidenziamo è il Garmin Swim, lo sport watch subacqueo da polso (impermeabile fino a 50mt.), che tiene il conto delle distanze percorse, del passo 100m/h e del numero di bracciate effettuate.

Utilizzarlo è semplice, grazie all'intuitiva interfaccia comandata da sei pulsanti. Basta inserire le dimensioni della vasca per incominciare ad allenarsi.

Tra i suoi vantaggi figurano l'estrema leggerezza (soli 40gr.), lo spessore (appena 13mm.) e la batteria (durata un anno), che a differenza di altri sport-watch, essendo estraibile, è sostituibile direttamente dall'utilizzatore.

Tra le altre funzioni Garmin Swim offre il "goal settings" (impostazione dei propri obiettivi) e la funzione social, che permette di aggregare amici che adoperino la medesima applicazione, per poter competere con loro confrontando i risultati, con indubbi benefici sotto il profilo motivazionale.

I dati rilevati dal Garmin Swim, possono essere sincronizzati mediante un collegamento wireless (senza fili) ed essere caricati (tramite smartphone o pc) sul portale on-line, dove restano consultabili sotto forma di report e grafici.

Tra gli altri prodotti altenativi, posizionati nel medesimo segmento degli sport watch, troviamo l'Oregon Scientific Swim Watch SW202, caratterizzato da un design sportivo e da un display LCD retroilluminato, per visualizzare tutti i dati rilevati in allenamento.

Uno dei vantaggi offerti dallo Swim Watch è che rileva automaticamente i dati su bracciate effettuate e vasche percorse, senza dover premere alcun pulsante, per contro specialmente al principio occorrerà effettuare una calibrazione iniziale per riconoscere lo stile che si sta praticando (stile libero, rana, dorso, farfalla).

Rispetto ad altri concorrenti, lo Swim Watch risulta limitato per alcuni aspetti, quali la memoria che si limita a conservare i dati di soli 7 allenamenti e il fatto di non essere smart

Anche l'Oregon Scientific Swim Watch risulta impermeabile fino a 50mt. di profondità.

Un'altra alternativa è offerta dal Pool-Mate Swimovate, che grazie ai propri sensori di movimento registra e visualizza informazioni su bracciate, vasche, distanza percorsa, tempo, velocità, calorie, indice di efficienza e ritmo sui 100 metri, senza premere alcun tasto.

Ma se siete dei veri sportivi, che praticano contemporaneamente più discipline, dal nuoto alla corsa, passando per il ciclismo e non intendete acquistare uno sport watch specifico per ognua di esse, allora il Tom Tom Multi-Sport GPS è quello che fa per voi, riunendo in un unico dispositivo tutte le funzioni utili, come spiegato nel seguente filmato.


Tom Tom Multi-Sport GPS (clicca sul fotogramma per guardare il filmato)

 

Se invece siete amanti dell'effetto "cyborg" e desiderate farvi notare dagli altri senza passare inosservati, certamente Instabeat è l'accessorio adatto a voi.

Instabeat mini computerSi tratta di un mini-computer in grado di rilevare calorie bruciate, il numero di virate, il ritmo della respirazione e il battito cardiaco, che va indossato sulla tempia, sotto gli occhialini da nuoto.

Attravero lo speciale sensore di cui è dotato, Instabeat rileva proprio dalla tempia il battito cardiaco e tutte le altre informazioni, di cui si serve per comandare in tempo reale una speciale led bar posta sotto una delle lenti degli occhialini, per informare il nuotatore già durante la seduta di allenamento, senza la necessità di nessuna interruzione.

I led in tre diverse colorazioni (ciano, verde e rosso), attraverso l'intensità della loro luminosità, informano l'atleta sul tipo di allenamento in corso e sul livello di intensità raggiunto.

I dati vengono comunque registrati in una memoria interna, per poter poi essere trasferiti ad un computer attraverso la connessione USB ed essere successivamente analizzati.

Instabeat è frutto di un progetto promosso dalla nuotatrice libanese Hind Hobeika, che per finanziarlo si è rivolta alla raccolta fondi tramite il noto portale di crowfunding Indiegogo, con eccellenti risultati, segno che ha fatto proprio centro.

Se invece privilegiate l'approccio "minimal", se non amate indossare accessori troppo vistosi, il piccolo Sportcount rappresenta una soluzione più discreta, trattandosi di un cronometro e contavasche indossabile come un anello sul dito.

Paracadute per il nuoto frenatoUna volta scelto il dispositivo con il quale monitorare le prestazioni, non resta che migliorarle. Ma come?

Spesso per allenare maggiormente la resistenza e la potenza, alcuni atleti entrano in vasca con una maglia o in tuta, per “frenare” la spinta d'avanzamento offerta dalle bracciate.

Qualcuno ottiene il medesimo effetto mantenendo una tavoletta tra le mani, perpendicolare al fondo, per ostacolare lo scivolamento dell'acqua.

Oggi però esiste anche una nuova soluzione, rappresentata dal paracadute per il nuoto frenato, che agganciato al bacino tramite una cinghia e una fascia sintetiche, oppone resistenza al moto del nuotatore, aumentandone i risultati sportivi.

In commercio ne troverete varie versioni, più o meno evolute.

La Finis ne produce una con due diversi diametri (da 20 o 30 centimetri) impiegabile per tutti gli stili natatori e accessibile a tutti grazie al costo davvero contenuto.

In alternativa potrete optare per il modello Drag+Fly, costruito in resistentissime "marine grade fibres", ma al contempo così leggero da essere portato senza fatica all'interno del borsone.

Dragon+Fly è anche dotato di due pratiche aperture zip sul cono di frenata, per regolare con precisione la quantità d'acqua da trattenere e il livello di resistenza.

Gianluca Celentano